Cookie Consent by TermsFeed Il Libertyno <- Un sito che più retrò non si può

Il Libertyno

Un sito che più retrò non si può



Recentemente sono morto
Scrivere mi tiene discretamente in vita


Poesie... (10/04/21)

Nel paradiso della spugna
Dio è l'acqua.
Satana chi la strizza.


Scrivo su fili in perenne tensione
Ormai dire che odio le persone
È un sermone.
Il simbolismo è essenziale
Porto un colloquio al collo
Come un collare.
Porto ancora le piume degli dèi
Là e qua sulle camicie
E la mia mater dei
È una meretrice.


Aspettavo invano il Dio che mi
aspettavo.
Mi scuso con me stesso perché son nato.
C'è un pesce avariato in questo vitello tonnato,
Che chiamiamo creato.
Il contrario di come lo riuscivo a pensare
Quando ero depresso.
Perché adesso è peggio.
Adesso è l'incubo che non riesco a sognare.
In cui aspettavo il Dio che ho smesso di aspettare.